Sebbene le modalità del funzionamento dell’EMDR non siano ancora chiare, sono in corso continue indagini sui possibili meccanismi grazie ai quali può facilitare una rielaborazione dell’esperienza traumatica.

Ciò che sembra chiaro ai ricercatori è che gli eventi attuali possono ristimolare pensieri, emozioni e sensazioni fisiche negative derivanti da esperienze precedenti. L’EMDR sembra cambiare le associazioni di quegli eventi, riducendo notevolmente il disturbo presente relativo sia agli eventi passati che a quelli attuali.

La ricerca scientifica ha stabilito che è efficace nel trattamento dello stress traumatico. I terapeuti però hanno studiato e riferito di aver avuto successo con l’EMDR nel trattamento di: stress post-traumatico, attacchi di panico, disturbi dissociativi, disturbi d’ansia, ansia di prestazione, lutto complicato, abusi sessuali e/o fisici.